Incontrarsi, discutere e fidarsi degli altri: differenze tra gruppi sociali piccoli e grandi

https://sites.google.com/a/complexworld.net/virthulab/virthulab_journal/incontrarsi-discutere-e-fidarsi-degli-altri-differenze-tra-gruppi-sociali-piccoli-e-grandi-1

La sociofisica è un campo di ricerca di vecchia data che affronta le problematiche relative alla caratterizzazione del comportamento sociale collettivo degli individui, quali ad esempio: la diffusione della cultura, la diffusione delle convenzioni linguistiche e le dinamiche di formazione delle opinioni. 


Nella letteratura sociologica è stata tracciata una distinzione tra gruppi grandi e piccoli, poiché a seconda della dimensione del gruppo possono essere osservati comportamenti sociali diversi. Evidenze quantitative e qualitative dimostrano che nei piccoli gruppi (composti da meno di dodici soggetti) tutti i membri percepiscono chiaramente gli altri come enti individuali, mentre nei gruppi più grandi gli individui tendono a percepire la maggior parte del gruppo come una massa uniforme e il comportamento medio assume maggiore rilevanza rispetto alle identità personali dei singoli membri.


Nello studio condotto dal Virthulab (Carletti, Farnelli, Guarino & Guazzini, 2008) è stata indagata la presenza di un fenomeno simile in un modello di dinamica delle opinioni. Tale modello prevede che ogni individuo abbia una propria opinione su un dato argomento che può essere modificata in seguito ad incontri binari con altri individui, considerando anche il ruolo dell’affinità in questa dinamica (cioè, la qualità della relazione tra due individui appartenenti allo stesso gruppo).


I risultati hanno dimostrato che dato un insieme di parametri esiste una dimensione critica del gruppo, sorprendentemente simile a quella riportata nella letteratura psicologica. Al di sotto di questo valore critico gli agenti del gruppo convergono prima nell'affinità reciproca e solo successivamente raggiungono un consenso finale sul problema discusso. Diversamente, nei grandi gruppi vale il contrario: la convergenza delle opinioni è la forza trainante del processo di aggregazione e l’affinità si raggiunge in tempi maggiori. Inoltre, nei grandi gruppi i comportamenti individuali risultano principalmente dominati dagli effetti del gruppo, mentre in quelli più piccoli le relazioni reciproche hanno maggiore importanza.



Comments